Lidio Ajmone

Coggiola (Biella), 1884 - Andezeno (Torino), 1945

Allievo dell’Albertina di Torino e di Vittorio Cavalleri, del quale frequenta lo studio. Nella propria formazione guarda molto a Lorenzo Delleani, elaborando un linguaggio stilistico che gli è debitore. Soldato negli Alpini, scopre la montagna durante la prima guerra mondiale ma ne rimarrà affascinato per tutta la vita e la carriera artistica. A partire dagli anni venti, compie viaggi in Africa e nel Vicino Oriente, riportandone molti lavori che pure, per ispirazione ed esito, rimangono inferiori alle tele di paesaggio.